1° Reggimento Veneto Real

Il “1° REGGIMENTO DI INFANTERIA VENETO REAL” è la prima ricostruzione storica documentata in assoluto di una Compagnia “in tempo di pace” di un Reggimento dell’Infanteria della Repubblica di Venezia, del periodo storico 1785-1797. Esso si propone di partecipare alle celebrazioni di fatti storici, o alla commemorazione di personaggi importanti e fondamentali della Serenissima Repubblica di Venezia. Non di meno, partecipa alle rievocazioni storiche, applicate alla ricostruzione di situazioni ed ambienti, assieme ad altri gruppi storici. [...]

SCOPI E PRINCIPI FONDANTI

[...] Il Comitato persegue lo scopo della divulgazione della storia e della cultura Veneta, onorarne la memoria, gli importanti fatti storici, far scoprire l’identità veneta e lo spirito di appartenenza. Oltre all’aspetto storico culturale deve sempre trasparire un messaggio di vero attaccamento e rispetto alla PATRIA VENETA [...]

Leggi

LE UNIFORMI

[...] L’antica foggia di vestire degli ufficiali era stata riformata nel 1789 sull’esempio degli Austriaci e dei Prussiani. In seguito a questa riforma introdotta dallo Stràtico, che compilò la relativa «Ordinanza contenente la prammatica e la disciplina relativa all’uniforme della fanteria italiana», [...]

Leggi

ESERCITO VENETO

[...] Johann Matthias Von Der Schulenburg Feldmaresciallo della Veneta Repubblica, naque a Emden, Sassonia, nel 1661, da antica famiglia aristocratica. Dopo aver studiato all’università di Helmstadt, fu mandato a frequentare l’accademia di Saumur,[...]

Leggi

BANDIERE E STENDARDI

[...] Verso la metà del XVIII secolo, gli stendardi assunsero un aspetto più standardizzato, solo la Bandiera Colonnella era di colore bianco mentre tutte le altre erano di colore azzurro chiaro, con il leone di San Marco dipinto in oro, con libro aperto e la croce [...]

Leggi

ULTIMI POST

IL FORTE DI SANT'ANDREA

Storia Serenissima con Lorenzo Fogliata

Alla scoperta di uno dei siti militari fra i più importanti della Repubblica Veneta. Da qui nel 1797 vennero sparate le salve d'artiglieria che portarono poi alla cattura della nave francese "Le Libérateur d'Italie", che stava puntando sulla capitale Veneta.