Da San Marco a San Marco ed. 2022

  • Demo Image

Da San Marco a San Marco

Il cammino ed. 2022

Con profonda tristezza nel cuore, quest'anno abbiamo nostro malgrado, dovuto rinunciare ad un appuntamento che ci avrebbe voluti essere presenti in quel di San Marco.

L'arrivo del Cammino Da San Marco a San Marco sarebbe stata l'occasione non solo di rivedere vecchi amici ma anche e soprattutto quella di poter ritornare tutti insieme a pregare nel tempio a lui intitolato.

Purtroppo le situazioni di instabilità internazionale, hanno consigliato gli organi preposti che non sarebbe stato il caso di sfilare, anche se con armi finte, lungo la piazza di Venezia.

Inoltre, il nostro impegno concomitante, presso una manifestazione di celebrazione per la chiusura dei festeggiamenti dei 1600 anni di Venezia, ci ha impedito di partecipare attivamente anche in abiti civili. Dispiace molto, perché avremmo davvero fatto l'impossibile pur di esserci.
Anche se ciò non toglie l'amarezza, abbiamo però strappato la promessa agli organizzatori da fissare in calendario per il prossimo 25 marzo 2023.

Ringraziamo di cuore Matteo Grigoli per l'invito ricevuto, questo  ci rende particolarmente fieri ed orgogliosi della stima in noi riposta.

Facciamo inoltre nostre, parola per parola, il suo discorso pronunciato dal leggio di San Marco, che su sua autorizzazione vogliamo pubblicare:

Venezia - San Marco 27.03.2022

Cerimonia di chiusura del Cammino 2022 - Intervento di chiusura.

Pax Tibi, pace a te, S-ciao tuo, a tuo servizio: questi sono stati per secoli i saluti simbolo del nostro Popolo, gente con grandi capacità, con saldi valori, che si è sempre messa disposizione dell'altro e che ha sempre considerato la pace come un grande valore per il miglioramento della condizione comune e lo sviluppo della Repubblica.
Mai come in questi giorni vediamo quanto questo sia vero.
Ora tutto deve partire (o meglio ri-partire) da noi, noi come individui, riscoprendo valori come la gratitudine, il rispetto e la forza di perdonare e di andare oltre.
Deve partire da noi come associazioni, diventando capaci di mettere da parte ogni vecchio rancore, collaborando insieme al fine di diventare esempio per chi non ancora conosce la nostra storia.
Deve partire da voi politici: non siate solo amministratori, ma abbiate coraggio, fate politica, guardate in avanti, al domani, scommettete sulle nuove generazioni anche se non vi voteranno, supportate l'economia, perché solo con una economia forte si avrà la sicurezza di un futuro migliore, un futuro che avrà le possibilità di sostenere le persone in difficoltà, il sociale, l'istruzione.
Deve partire anche dalla Chiesa, quella chiesa che si riconosce come erede di quella marciana, quella che non ha avuto timore di ricevere l'interdetto perché si curava di più dell'anima che della apparenza.
La Chiesa deve tornare ad essere accogliente: aprite le porte! La gente ha bisogno di ritrovare la fede ed essere guidata alla ricerca di nuova speranza!
Tutti possiamo e dobbiamo fare la nostra parte: noi lo facciamo anche camminando, mostrando a tutti il messaggio di pace che rappresenta la nostra bandiera, ma dobbiamo impegnarci ancora di più.
Tutto quello che ho letto è il solito elenco di buoni propositi, ma sinceramente sono stanco di sentire dovremo, faremo.... non abbiamo più tempo, i giovani, i nostri figli se ne stanno andando, qui rimaniamo noi che abbiamo smesso di sognare e ci accontentiamo di quello che abbiamo, di questa finta libertà, di questa finta democrazia, di questa finta comodità, noi che non abbiamo più il coraggio di rischiare e di ripartire con qualcosa di nuovo, non possiamo sperare di ottenere qualcosa di nuovo se ci comportiamo sempre nello stesso modo, per questo mi e vi faccio questo appello, tu, tu, tu dimostra di essere vivo, dimostra di amare questa terra, questo Popolo, questa Bandiera, basta promettere, fai!
Circondiamoci di persone che fanno e non di persone passive, abbiamo l'obbligo ed il dovere morale di costruire un futuro migliore, come i nostri genitori lo hanno fatto per noi, noi lo dobbiamo per i nostri figli, e il loro futuro deve essere qui, in questa meravigliosa terra veneta, dobbiamo smettere di vivere nella mediocrità che non ci fa onore, ogni giorno dobbiamo allenarci alla fede, al perdono, alla gratitudine e all'impegno e solo così potremo ritornare a sorridere e a salutarci con un bel PAX TIBI amico mio.

Matteo Grigoli
pres. Ass. San Marco Evangelista

 

Siano queste parole pronunciate da Grigoli la guida verso le nostre azioni, per un nuovo riunirci, nella bellezza delle diversità e delle rispettive caratteriste sotto alle ali e le cupole di San Marco.
Allora non resta che darci appuntamento al 2023.

In Certamine Prima
I Reggimento Veneto Real - Milizia Veneta

* Foto dal Web

Social